L'IMMAGINE PER INCISO: tecnica e linguaggi dell’incisione dalle origini al Novecento

Locandina evento
Arte antica, la cui tradizione si mantiene nei secoli quasi incontaminata nella tecnica esecutiva così come nella fusione intima tra mestiere artigianale ed ispirazione artistica, l’incisione è stata per molti secoli l’unico strumento per conoscere le opere d’arte, gli stili degli artisti. Le sue origini sono diverse a seconda della tecnica affrontata, dalla devozione popolare delle silografie, il cui primo apparire è da far risalire alla stampa orientale dei tessuti o delle carte decorative, alla raffinate
zza del bulino, di chiara derivazione orafa.

Comprendere il ruolo svolto dalle incisioni nella storia della cultura e della società è importante per dare ad essa il giusto peso nella varietà delle espressione artistiche. La relazione tra opera incisa e storia dell’arte, il percorso delle idee attraverso la circolazione delle immagini a stampa, dall’invenzione di Gutemberg (1455) sino all’apparire delle prime prove litografiche ad ampia tiratura, il concetto di moltiplicazione dell’opera, insito nella natura stessa della tecnica, saranno alcuni dei temi affrontati nell’esposizione.

Particolare attenzione sarà riservata alla tecnica, nella convinzione che capire come avvengono i diversi procedimenti grafici sia un’avventura per l’anima ma anche e soprattutto il mezzo per entrare in relazione con gli artisti che nei secoli hanno affrontato questo linguaggio: intuire il perché delle loro scelte, analizzare stili differenti anche nell’utilizzo di una stessa tecnica esecutiva.

La moltiplicazione degli esemplari ha consentito agli artisti di diffondere le proprie idee, di conoscere i grandi cicli pittorici, i maestri del Rinascimento italiano, ad esempio, che tanto influenzarono il linguaggio artistico del nord dell’Europa a partire dal XVI secolo.

La storia dell’incisione è prima di tutto la storia delle idee, quella della comunicazione. Arte di minor costo rispetto alle altre, l’incisione ha goduto di una fortuna straordinaria, di una celebrità durante i secoli oggi poco nota ai più.

Attraverso un percorso cronologico che a partire dalla origini arriverà sino agli esiti più significativi del Novecento (passando da Duhrer, Rembrandt, Goya, Morandi e molti altri), il percorso espositivo sarà, oltre che l’occasione di ammirare pregevoli esemplari provenienti da collezioni pubbliche e private, uno stimolo per gli occhi, catturati dalle diverse trame grafiche. Gli apparati didascalici e grafici, infatti, accompagneranno il visitatore in questa avventura attraverso la scoperta del segno inciso, nelle sue diverse espressioni, dalla silografia al bulino, dalla puntasecca all’acquaforte acquatinta, maniera nera, litografia.


►►► ORARI DI APERTURA ◄◄◄
da Martedì a Venerdì, dalle 16 alle 19
Sabato, Domenica e Festivi, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19

VISITE GUIDATE
Sabato, Domenica e Festivi, alle ore 11 e alle ore 18

Dimostrazioni di stampa in corso mostra a cura di Lorenzo Bongiorni e Sergio Zanaboni

L'INGRESSO A TUTTE LE INIZIATIVE E' GRATUITO!




***** EVENTI COLLATERALI ALLA MOSTRA *****

Domenica 11 Novembre, ore 16,30
Parole & Note all’ora del tè

“Era solo un russmagòt: taccuini di quotidianità”
Paola Cremascoli legge Andrea Maietti, presenta Andrea Maietti, Paolo Consolandi alla fisarmonica

------------------------------------------------------------------------------------------

Sabato 17 Novembre, ore 16,30
Incontri dentro l’Arte: gli incisori si raccontano

Luigi Timoncini e Teodoro Cotugno, conduce Zaira Zuffetti

------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica 18 Novembre, ore 16,30
Parole & Note all’ora del tè

“Fresche le mie parole ne la sera”
Anna Goel e Roberto Marelli leggono le più belle poesie italiane del Novecento, presenta Andrea Maietti, Giovanni Bracchi al pianoforte

------------------------------------------------------------------------------------------

Sabato 24 Novembre, ore 16,30
Incontri dentro l’Arte: gli stampatori si raccontano

Moreno Chiodini e Veronica Bassini, conduce Gianmaria Bellocchio

------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica 25 Novembre, ore 16,30
Parole & Note all’ora del tè

“Nebbia calda: un ossimoro per la terra di Lodi”
Antonio Zanoletti legge Age Bassi, presenta Andrea Maietti, Pietro De Luigi al pianoforte e Flavio Ferrandi al flauto

------------------------------------------------------------------------------------------

Sabato 1 Dicembre, ore 16,30
Incontri dentro l’Arte: gli incisori si raccontano

Livio Ceschin, conduce Zaira Zuffetti

------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica 2 Dicembre, ore 16,30
Parole & Note all’ora del tè

“Bassiano, Ambrogio e Zia Ustina”
Vanda Bruttomesso e Paola Cremascoli leggono Giovanni Devecchi, presenta Andrea Maietti, Fulvia Leone al pianoforte e Flavio Ferrandi al flauto

------------------------------------------------------------------------------------------

► Lodi, Chiesa di San Francesco ◄
Sabato 8 Dicembre, ore 16
tradizionale Concerto dell’Immacolata

“Romantishe Kirchenmusik: la musica romantica sacra di Mendelssohn, Schubert e Lachner”
Coro e orchestra del Collegium Vocale di Crema
Giampiero Innocente, direttore

------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica 9 Dicembre, ore 16,30
Parole & Note all’ora del tè

“La Nott de Santa Lusia”
Bruno Pezzini legge le più belle composizioni su Santa Lucia, Massimo Cantoro alla chitarra

------------------------------------------------------------------------------------------

Sabato 15 Dicembre, ore 16,30
Incontri dentro l’Arte: gli incisori si raccontano

Bernardino Luino e Mattia Montemezzani

------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica 16 Dicembre, ore 16,30
Parole & Note all’ora del tè

“Storie di calcio”
Daniele Ornatelli legge Gianni Brera, presenta Andrea Maietti, Luca Consolandi alla fisarmonica

------------------------------------------------------------------------------------------

Sabato 22 Dicembre, ore 16,30
Incontri dentro l’Arte: gli incisori si raccontano

Roberto Tonelli e Adriano Moneghetti, conduce Zaira Zuffetti

------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica 23 Dicembre, ore 16,30
Parole & Note all’ora del tè

“Tut d’un bot l’è Nadal”
Vanda Bruttomesso legge le più belle pagine sul Natale, Fulvia Leone al pianoforte e Flavio Ferrandi al flauto

------------------------------------------------------------------------------------------

Mercoledì 26 Dicembre, ore 16,30
Andar per mostre all’ora del tè

------------------------------------------------------------------------------------------

Sabato 29 Dicembre, ore 16,30
Incontri dentro l’Arte: gli incisori si raccontano

Bruno Missieri e Flavia Belò

------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica 30 Dicembre, ore 16,30
Parole & Note all’ora del tè

“Giovani scrittori a confronto”
Fulvia Leone al pianoforte e Flavio Ferrandi al flauto

------------------------------------------------------------------------------------------

Martedì 1 Gennaio 2013, ore 16,30
Andar per mostre all’ora del tè

------------------------------------------------------------------------------------------

Sabato 5 Gennaio, ore 16,30
Incontri dentro l’Arte: critici e collezionisti si
raccontano

Patrizia Foglia e Alberto Milano, conduce Gianmaria Bellocchio

------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica 6 Gennaio, ore 16,30
Parole & Note all’ora del tè

“Ciau, se vèdum”
Giovanna Lobbia e “I soliti” leggono Antonio Cècu Ferrari, presenta Andrea Maietti, Luca Consolandi alla fisarmonica

CONDIVIDI SU: