W.E. LIVE 09/01 IL TRIANGOLO 10/01 KOFFEY'S AFKA

Locandina evento
BLABLABLABLA. (Laddove per BLABLABLABLA si riassumono tutte le cose banali che si scrivono per convincere l'intercolutore a partecipare ad un evento)
Ma siccome questi due live non sono banali perche sia venerdi che sabato il il palco sarà calcato da due band SPECIALI, io nulla vi scrivo.
Ma speciali per davvero. Giusto due mini bio. E poi video. Cosi come fossero patatine.
ingresso riservato ai soci e blablabla
non mancate e blablabla.
Saluti Dino.
Venerdi 9
IL TRIANGOLO
"Nel maggio del 2014 vede la luce il secondo album Un’America. Registrato presso il Sauna Recording Studio di Varano Borghi e prodotto da Sergio Maggioni, Un’America prosegue la linea cantautoriale del lavoro precedente, arricchendola però di suoni e arrangiamenti più sporchi e decisi, grazie all’influenza di band quali Savages, Tame Impala, Deap Vally e St. Vincent: “il punto di partenza sono ancora il beat e il cantautorato, ma nella fase di produzione abbiamo deciso di dare ai brani una veste più rock, dove i fuzz delle chitarre, le batterie sature e il basso distorto fanno da padroni, a tratti si possono percepire anche influenze kraut-rock e new wave. La registrazione in presa diretta, inoltre, ha fatto sì che il prodotto finale fosse più potente e i suoni più densi”. (CIT)
Sabato 10
KOFFEY'S AFKA
http://artventuno.it/2014/12/rock-senza-confini-con-koffeys-afka-live-allosteria-del-fico/.
Attiva da circa sei anni, la band è di chiara estrazione rock ma accoglie senza riserve spunti, idee, suoni e influenze provenienti dalle geografie più diverse. La band, in particolare, incamera influenze britanniche e americane di autori come The Clash, Jeff Buckley e Ben Harper.Blues, suoni africani, ritmi caraibici, melodie indiane: sono gli ingredienti fondamentali del quartetto composto da Francesco Zovadelli (voce e batteria), Tommaso Parmigiani (chitarra e voce), Andrea Rossini (chitarra), Jacopo Sgarzi (basso).I Koffey’s Afka hanno pubblicato recentemente un Extended Play che vuole essere un resoconto dei primi anni di attività. Inoltre, hanno realizzato su commissione una colonna sonora per il film “Nosferatu” di Murnau. Attualmente è in fase di preparazione un vero e proprio disco.Gli appuntamenti della rassegna “Musica per Organi Caldi”, cadenzati ogni lunedì, sono tutti a ingresso gratuito.

CONDIVIDI SU: