Mostra: ANDREA ROVATTI

Locandina evento
Dettagli
Andrea Rovatti lavora a Milano dove si occupa di fotografia, design della comunicazione ed installazioni artistiche.

Comincia a lavorare molto giovane come assistente in uno studio fotografico di moda, poi l’incontro con Enzo Mari e l’attrazione per il graphic design: da allora fotografia e grafica convivono costantemente nel suo lavoro.
Sviluppando l’esperienza creativa si avvicina all’arte che sempre più permea la sua attività, con una ricerca sviluppata sul tema dell’ambiguità della percezione.
Lavora infatti su una rappresentazione che coniuga realtà e immaginario. Quasi sempre lavora con immagini sequenziali, reiterate, creando la convivenza di figurativo ed astratto in un gioco alterno di percezione visiva.
In occasione della mostra a Palazzo Reale di Milano "Magritte, il mistero della natura", novembre 2008-marzo 2009, realizza, nel cortile del Palazzo, l’installazione Di luce in luce, con uno sviluppo di 12 metri.
Nel 2010, alla Galleria della Fondazione FORMA, presenta la serie Texture alla ricerca di un equilibrio concettuale oltre che estetico con cui ricomporre paesaggi grafici all’interno della fotografia.
Nel 2011 lavora sul tema del rapporto tra arte e cibo realizza due serie di immagini per la mostra a Enoliarte, Cibografie, di cui una stampata direttamente su lastre di marmo di Carrara di grande formato.
Lo stesso anno, a MIA Milan Image Art Fair, presenta la serie UrbanTexture, con testo critico di Denis Curti (Contrasto-Fondazione Forma), realizzata a New York e Boston, in cui l’obiettivo si ferma sulle "tracce" senza titolo, eppure sempre così riconoscibili, delle metropoli.
Partecipa ad Elephant Parade, Milano 2011 con un’opera tridimensionale, esposta prima al nuovo grattacielo della Regione Lombardia, poi acquistata dalla Fondazione Bracco ed installata presso la sede principale del CDI – Centro Diagnostico Italiano, a Milano.
Interviene a Fotografica Canon 2011 nell’ambito della rassegna "Profili d’Autore".
Nel 2012 partecipa alla seconda edizione MIA Fair presentando in anteprima la ricerca UrbanTexture _Milano con testo critico di Roberta Valtorta (Direttore del Museo della Fototografia Contemporanea) e partecipa alla mostra fotografica curata da Paola Sosio a SpazioParaggi.
Sempre nel 2012 espone in una mostra personale presso la Galleria Francesco Zanuso la ricerca Essential Texture e partecipa a Photissima 2012 di Torino con la Galleria SpazioFarini6.
Su invito dell’Assessore all’Urbanistica del Comune di Milano, nel dicembre 2012 realizza una mostra personale all’Urban Center, in Galleria Vittorio Emanuele, dal titolo UrbanTexture_Milano, dalla metafora alla metamorfosi, curatore Denis Curti.

Nell’ambito di Photofestival 2013 espone la personale dal titolo MIvsNY alla Galleria SpazioFarini6.
Partecipa alla Biennale di Firenze 2013, all’interno di "eventi nell’evento".
Partecipa alla mostra collettiva nell’ambito di Olio Officina 2013.

Nel 2014 Dalla fotografia all’oggetto-Dall’arte al collezionismo, Galleria Spazio9, Bologna e poi a A noi ci frega lo sguardo, Galleria d’Arte Moderna, Milano

Nel 2015 realizza con SEA e il Comune di Milano la personale Portraits of Milan, recomposing the imaginary, all’Aeroporto Milano Malpensa e in versione ridotta a EXPO nel Padiglione Casa Corriere, Milano. L’evento ottiene il patrocinio di EXPO e viene inserito nel calendario di Expoincittà.

Personale Portraits of Milan, welcoming Expo all’Ambasciata Italiana a Washington, USA.

Partecipa alla mostra Shot of Bread, alla Mediateca di Milano e a Design4Bread alla Casa del Design.
Ingresso libero.

CONDIVIDI SU: