Teatro: IL DISCORSO DELLE COMETE

Locandina evento
Un musicista e un matematico, entrambi torinesi, a confronto sul sidereo annunziatore di verità eretiche, l'uomo che fermò il sole in cielo sfidando i pontefici: Galileo Galilei. “Il Discorso delle comete” è un omaggio all’astronomia in particolare e, più in generale, all'uomo, che da sempre ha osservato il cielo e ha cercato attraverso mille "discorsi" di disegnarlo e di consegnarcelo uguale, qui sulla terra. Fin dai tempi più antichi la comparsa di una cometa, di un’apparizione di aspetto diverso da quello dei consueti astri, che percorre il cielo senza rispettare le regole dei moti dei pianeti, ha dato adito a innumerevoli e interessantissimi studi, teorie e interpretazioni che hanno visto lo scontro tra mondo scientifico e sapere teologico e filosofico. È a tutti noto l’interesse di Odifreddi per lo studio dei profondi legami tra matematica e musica e per la musica dei numeri.

PERCHÉ VEDERLO: lo spettacolo dona luce a quel dibattito che è rimasto aperto per molti secoli, per tornare, come una cometa, nel punto in cui è stato generato: la sete di verità e di conoscenza dell'uomo. Partendo dal presupposto che qualsiasi elemento della vita si apre a diversi gradi di lettura, è interessante sottolineare come in questo caso il dialogo si articoli attraverso metafore sonore, sempre sorprendenti, alla ricerca del punto di contatto tra realtà e verità. Domande, dubbi, pensieri, ipotesi che si trasformano continuamente davanti alla varietà dell'esistente da una parte e quel che Esiste, dall'altra.

CONDIVIDI SU: