Mostra: SEMPRE LIBERA. MARIA CALLAS ALLA SCALA

Locandina evento
Dettagli
Dal 5 aprile al 6 maggio 2018 presso la Sala Bottesini della Fondazione San Domenico a Crema verrà ospitata la mostra “Sempre libera. Maria Callas alla Scala”, ideata dall’Istituto Italiano di Cultura di Parigi e dall’Accademia Teatro alla Scala per la curatela di Maria Chiara Donato.

L’esposizione giunge a Crema dopo essere stata ospitata nelle sale dell’Istituto parigino dal 13 settembre al 3 ottobre 2017 e al Palazzo della Ragione a Bergamo, dal 25 novembre 2017 al 6 gennaio 2018.

Nata per rendere omaggio alla “Divina” Maria Callas in occasione del quarantesimo anniversario della scomparsa avvenuta nella capitale francese il 16 settembre 1977, la mostra consente non solo di ripercorrere gli anni d’oro della carriera del grande soprano al Teatro alla Scala, ma anche di ritrovare alcuni dei personaggi che la Callas ha reso memorabili, grazie all’esposizione di cinque costumi di scena indossati in alcuni celebri allestimenti scaligeri, ricostruiti dagli allievi del Corso per Sarti dello spettacolo dell’Accademia.

In mostra rivivono i personaggi di Elisabetta nel Don Carlo (1954), Amina ne La Sonnambula (1955), Violetta ne La traviata (1955), Ifigenia in Ifigenia in Tauride (1957) e Anna Bolena nell’opera omonima (1957).
A ciò si affianca un itinerario iconografico costituito da una trentina di immagini dell’Archivio Fotografico del Teatro milanese, che riporta ad un’epoca indimenticata ed irripetibile.

Gli abiti sono il frutto di un accurato lavoro di ricostruzione da parte degli allievi del Corso per Sarti dello Spettacolo, uno dei fiori all’occhiello della proposta didattica della Scuola del Teatro alla Scala, un percorso formativo nato nel 1997, che prepara professionisti capaci di seguire tutto il processo di produzione di un costume teatrale, dalla fase di preparazione e confezione a quella di manutenzione e conservazione. Lo spirito della bottega rinascimentale guida i docenti del corso, che accompagnano gli allievi nella realizzazione di prodotti di altissimo artigianato artistico, grazie ad un lavoro instancabile ed appassionato volto a trasferire il proprio patrimonio di esperienze e di saperi.

Come ricorda la curatrice Maria Chiara Donato, costumista e docente del corso: “Gli allievi, con il rispettoso timore con cui hanno affrontato le fasi più delicate della confezione, hanno potuto cogliere la vera essenza di questi abiti, attraverso lo studio e l’attenta analisi di ogni dettaglio, ritrovando tra le pieghe della stoffa non solo la riproduzione fedele di una specifica epoca storica, ma anche l’incanto generato dalle leggendarie interpretazioni di Maria Callas”.

INGRESSO LIBERO

Orari:
Dal martedì al sabato 16.00-19.00
Domenica 10.00-12.00 e 16.00-19.00

CONDIVIDI SU: