Crema Film Festival: MIA MAMMA È UNA MARCHESA - IL RAGAZZO DI CAMPAGNA - EMILIO E GLI AMBROGIO

Locandina evento
Per la rassegna CREMA FILM FESTIVAL

Ore 17.30
Proiezione documentario - Sala Ricevimenti del Comune di Crema - ingresso gratuito

LE QUATTRO VOLTE regia di Michelangelo Frammartino - Italia, Germania, Svizzera, 2010 - ‘90

Un vecchio pastore ammalato conduce con fatica le sue capre al pascolo sui monti della Calabria. La cura che ogni sera beve è data da della terra argillosa che una donna gli consegna nella sacrestia della chiesa dopo averla benedetta e incartata in una striscia di giornale. Una capretta nasce e con fatica muove i suoi primi passi nella vita. Una sacra rappresentazione della Passione di Cristo percorre la via centrale del paese. Un albero della cuccagna viene issato. Il tempo scorre.Il film è un'ode alla natura e alla semplicità della vita.

10 candidature ai David di Donatello e un premio ai Nastri d’Argento.


Una serata dedicata alla comicità milanese

Ore 19.00
Spettacolo teatrale - giardino di Palazzo Vimercati Donati, 4

MIA MAMMA È UNA MARCHESA di e con Ippolita Baldini

Scegliere l’uomo giusto con cui stare, in un qualche modo, significa scegliere la propria identità. Roberta è legata alle abitudini della famiglia ma vorrebbe liberarsene, ama il proprio lavoro ma non le basta, vorrebbe andare via ma quando è via non si sente a casa, si innamora ma non è veramente innamorata, è in bilico fra chi è e chi vorrebbe essere, ma non sa di preciso né una cosa né l’altra. Il monologo –in cui la voce narrante della protagonista è sempre accompagnata dai commenti della madre, che svolge quasi un ruolo da spalla comica– racconta un pezzo della vita di Roberta: una fuga a New York, un amore che forse non è vero amore e tanta voglia di capire qual è il proprio posto nel mondo. Una storia privata che diventa strumento di una riflessione più ampia sul desiderio di realizzazione personale, una riflessione che riguarda tutti, perché l’insicurezza non fa distinzioni sociali.

Ippolita Baldini, la Dodi di "Benvenuti al Sud" e la Lucy di Colorado, ci trascinerà in un travolgente e divertente spettacolo.

 
Ore 21.30
Proiezione film - Piazza Duomo

IL RAGAZZO DI CAMPAGNA regia di Pipolo e Franco Castellano, con Renato Pozzetto – comico, Italia, 1984 - ‘93

Artemio, un contadinotto scapolo, stufo della solita vita di campagna e del suo paesino quasi inesistente dove non succede mai niente, decide di cambiare vita e trasferirsi a Milano per cercare fortuna. Dopo varie vicende tutte andate storte, torna al paese di nascita e sposa la bruttina e sgraziata Maria Rosa, l’unica donna che lo abbia mai amato per quello che è e che, per l'occasione, si è perfino rimbelloccita.

 
Ore 23.15
Concerto - tra i bar di Piazza Duomo - ingresso libero

EMILIO E GLI AMBROGIO 

La comicità milanese non si è espressa solo nel cabaret, nel cinema o nel teatro ma anche nella musica. Questo concerto ci permetterà di rivivere i grandi classici di Gaber, Jannacci, Fo, Cochi e Renato.

Il progetto Emilio e gli Ambrogio nasce nel 2007 proponendo spettacoli di ricerca e divulgazione del teatro-canzone. La band ha in repertorio le canzoni dei grandi maestri del cantautorato milanese come Gaber, Jannacci, Fo e molti altri. Nel 2014, in occasione del primo anniversario della scomparsa di Jannacci, Emilio e gli Ambrogio sono stati tra i gruppi selezionati per suonare a "CIAO ENZO! Milano suona Jannacci", il maxi evento voluto dal Comune di Milano cui hanno partecipato, tra gli altri, Paolo Jannacci e Dario Fo. Dal 2016 Emilio e gli Ambrogio collaborano con l'Orchestra Grazie Maestro, composta dai musicisti storici di Jannacci (Paolo Tomelleri, Sergio Farina, Marco Brioschi, Paolo Brioschi e Flaviano Cuffari), con cui Emilio divide il palco durante i concerti che l'Orchestra tiene in omaggio a Enzo Jannacci. Nel 2018 è uscito il loro primo album: Amore va a cagà.

CONDIVIDI SU: